Back to Question Center
0

Studio: il 47% degli acquirenti online si ritira quando la spedizione non è gratuita

1 answers:

Study: 47% of Online Shoppers Back Out When Shipping Isn’t Free

Abbandonare un carrello della spesa online una volta scoperto che la spedizione non è gratuita?. Non sei solo. In effetti, il 68% degli acquirenti online si aspetta la spedizione gratuita anche su acquisti inferiori a $ 50, con quasi la metà che dichiara di tornare indietro se la spedizione non è gratuita - fidelity commercial real estate.

Questi sono i nuovi risultati dell'ultimo numero di Consumer View , un rapporto trimestrale pubblicato dalla National Retail Federation che misura il comportamento dei consumatori e le tendenze di acquisto relative ai negozi, ai canali online, alla fedeltà dei clienti. , tecnologia e altri argomenti. Nel complesso, quando i consumatori acquistano - nei negozi o online - di solito cercano qualcosa di specifico (rispetto alla navigazione) e vogliono essere in grado di trovarlo facilmente. E gli acquirenti online si aspettano che la loro merce venga consegnata rapidamente .. e gratuitamente.

"I consumatori oggi vogliono ciò che vogliono quando lo vogliono e non si aspettano di pagare un premio per farlo in fretta", ha dichiarato Mark Mathews, Vice Presidente NRF per lo sviluppo della ricerca e l'analisi del settore. "Quando entrano in un negozio, vogliono trovare il loro oggetto e trovarlo facilmente, soprattutto se lo hanno ricercato online in anticipo. E che sia il giorno successivo o il ritiro in negozio, la rapida consegna degli acquisti online con pochi o nessun costo aggiuntivo sta crescendo così velocemente che è qualcosa che gli acquirenti si aspettano.

Mathews ha discusso il rapporto durante una sessione su sviluppo delle tendenze nel comportamento dei consumatori tenutosi al NRF 2018: Retail's Big Show , la conferenza annuale della NRF a New York. La sessione è stata moderata da Katherine Cullen, Director of Retail and Consumer Insight di NRF, e ha anche ricoperto l'incarico di Managing Director e General Manager Worldwide Worldwide delle Industrie Consumer Consumer in tutto il mondo, Laurence Haziot e Prosper Insights & amp;. Analista Vicepresidente esecutivo per le iniziative strategiche Phil Rist.

BROWSING SHIFTED ONLINE

Sia che stiate acquistando in-store o online, i consumatori in genere cercano di acquistare un determinato articolo piuttosto che semplicemente la navigazione, con il 73% intervistato dicendo che è il caso dei negozi e del 54%. online, secondo il rapporto. E in entrambi i casi, il 58% ha valutato di essere in grado di trovare ciò che desidera rapidamente e facilmente come il loro fattore principale nel determinare dove fare acquisti. Lo shopping "just to browse" è diventato più popolare online (fatto dal 46% degli intervistati) rispetto ai negozi (27%).

Tra quelli che effettuano acquisti online, il 68% si aspetta la spedizione gratuita anche su acquisti inferiori a $ 50, con il 47% che dichiara di tornare indietro se la spedizione non è gratuita. Il 38% si aspetta che la spedizione di due giorni sia gratuita mentre il 24% si aspetta la spedizione gratuita il giorno stesso.

"I rivenditori stanno letteralmente correndo verso le soglie dei consumatori per soddisfare le crescenti aspettative", ha detto Mathews.

La qualità del servizio clienti è anche un fattore determinante nel decidere dove acquistare, citato del 44%, insieme alla velocità e semplicità del checkout (42%) e alla possibilità di provare i prodotti (20%). I consumatori hanno affermato che la loro esperienza complessiva con un marchio o un rivenditore è importante per determinare da quale acquisto e quanto spesso (79% ciascuno) e quanto fedeli o collegati si sentono (77%).

Il sondaggio ha rilevato che il 59% dei consumatori è interessato agli eventi speciali che i rivenditori tengono per attirare i clienti nei negozi o sui siti Web, inclusa la possibilità di provare prodotti, accesso esclusivo alle vendite, dimostrazioni e tutorial sui prodotti. I millennial sono particolarmente entusiasti degli eventi speciali: il 44% ha dichiarato di essere "molto interessato" rispetto al 25% dei consumatori in generale. E gli uomini Millennial (60%) avevano più probabilità di essere "molto" interessati rispetto alle donne Millennial (28%).

Secondo il rapporto, meno di un terzo dei consumatori era a conoscenza di innovazioni tecnologiche come la stampa 3D o acquisti tramite social media (29% ciascuno), navigazione in-app store (28%), digital in-store. display (25%) o applicazioni di messaggistica retail e chat online (24%). Ma tra quelli che erano, le app di messaggistica e le chat erano la tecnologia che era stata più spesso provata (65%) mentre la navigazione in-app store era più citata come miglioramento dell'esperienza di acquisto (63%. "Una ricerca affidabile è importante perché i rivenditori che vogliono essere qui domani devono soddisfare le richieste dei consumatori oggi e anticipare i bisogni in futuro. “

April 5, 2018